Main Topics

Main Topics 2020-07-16T10:09:09+00:00

MAIN TOPICS

Progettazione di sistemi interattivi utilizzabili da utenti per i quali sono stati pensati e realizzati. Lo scopo fondamentale di questo studio è quello di facilitare al massimo l’interazione di un essere umano con macchine e la fruizione di servizi e sistemi complessi in modo soddisfacente.

“L’industrial Design è un processo strategico di problem solving che guida l’innovazione, crea il successo aziendale e porta a una migliore qualità della vita attraverso prodotti, sistemi, servizi, ed esperienze innovative” (Gwangju, 2015).

Technovation è fortemente interessata all’uso di arti applicate al fine di migliorare estetica, ergonomia, funzionalità e/o usabilità di un prodotto. La nostra azienda implementa processi volti al miglioramento della commerciabilità dei prodotti, in particolar modo nel settore dell’agrifood.

E’ l’industria della produzione del cibo attraverso l’agricoltura. La promozione dell’agri food ha degli impatti positivi sulle popolazioni agricole, sui consumatori, sul territorio rurale. E’ per tale motivo che resta uno dei temi che sta più a cuore a Technovation. In questo periodo storico l’agricoltura sta vivendo una nuova primavera grazie alle tecnologie e al digitale. Un settore che per definizione è tradizionale e che vive grazie a meccanisci strutturati e colladauti nel tempo, si trova oggi nelle start up un grandissimo alleato per la crescita. Sistemi innovativi per tracciare le colture e garantire la qualità degli alimenti, metodi alternativi per una produzione più sostenibile sono solo alcuni esempi di come l’innovazione entra a gamba tesa nel settore agricolo e ne rivoluziona i confini.

L’attuale contesto multiculturale e multietnico ha creato per ciascuno la necessità di imparare a relazionarsi con mentalità, modalità comunicative e linguaggi diversi rispetto al proprio contesto culturale di origine e di riferimento. Per la crescita e la convivenza pacifica tra le diverse culture della società contemporanea risultano fondamentali la promozione dell’intercultura, dell’incontro e del dialogo tra identità e comunità differenti e la creazione di reti di sostegno e integrazione per i migranti.

Tehnovation opera nel campo dell’educazione interculturale per favorire una migliore e fattiva inclusione dei minori migranti nella scuola e nel contesto sociale di riferimento e per facilitare l’interazione fra culture e generazioni diverse attraverso le nuove tecnologie. In particolare, Technovation realizza nelle scuole del territorio campano attività e laboratori di supporto e didattica alternativa per minori migranti, e laboratori ludico-ricreativi di educazione all’intercultura, volti a stimolare comportamenti empatici tra gruppi e individui di diverse origini.

La crisi dei migranti pone l’Italia e l’Europa davanti a una sfida le cui dimensioni sono comparabili alla sfida posta dalla crisi ecologica dell’ultimo quarto del secolo scorso, crisi che fu superata grazie a un enorme sforzo di ricerca, che portò a una riconversione industriale e un cambiamento nella mentalità dei cittadini.

La discussione sui migranti coinvolge stolidi e feroci pregiudizi, che vanno combattuti e sfatati a trecentosessanta gradi. Le migrazioni richiedono un analogo approccio multidisciplinare, che coinvolge le scienze umane, le scienze sociali, le scienze religiose e il patrimonio culturale con medicina, matematica, fisica, chimica, scienze della vita, scienze dell’ambiente, trasporti, agroalimentare e data science; ed è questo l’approccio scelto dai ricercatori di Technovation, che hanno già avuto importanti risultati in Italia e in Europa.

Negli ultimi anni la democrazia ha dovuto fronteggiare attacchi di fanatici motivati su base religiosa, o che si spacciano per tali, e ha dovuto misurarsi con modelli economici che la considerano un presunto ostacolo sulla strada di un’economia mondiale dominata dai colossi di internet, dove tutti sono produttori e consumatori di beni e servizi scambiati a livello globale.

La migrazione richiede un’attenta considerazione delle sue implicazioni etiche e politiche, si pensi soprattutto a questioni legate all’identità personale, al genere, alla diversità culturale e religiosa.

Focus su tecniche per l’analisi, la valutazione e gestione delle dinamiche interne ad un gruppo di individui. L’obiettivo è quello di garantire tra i dipendenti di un’azienda un certo grado di fiducia e di collaborazione in grado di favorire la comunicazione e il lavoro. L’obiettivo di Technovation è quello di promuovere il team building non solo come strumenti di formazione ma anche di incentivazione.

Technovation riconosce il diritto ad essere protagonista della comunità locale ospitante e la sua centralità nello sviluppo turistico. Inoltre l’industria del turismo deve essere sempre più socialmente responsabile del territorio. A tal proposito Technovation opera per favorire sempre una interazione positiva tra operatori economici, comunità locali e turisti.

E’ una valutazione della praticabilità dei piani e dei metodi utilizzati dall’azienda cliente. Questa analisi è utile per determinare e prevedere potenziali positivi o negativi risultati di un determinato investimento che potrebbe richiedere l’impiego di un considerevole ammontare di tempo e denaro. Lo studio di fattibilità fatto da Technovation rispetta i più alti requisiti di investitori, operatori, banche e organizzazioni finanziarie.  Lo studio si suddivide in quattro principali fasi: analisi di mercato, analisi dell’area geografica, sviluppo di un piano d’azione e calcolo della profittabilità.

Il concept development è un’analisi che definisce il posizionamento futuro dell’azienda sul mercato. Lo studio si basa sull’analisi delle caratteristiche che determineranno la struttura alberghiera nel futuro (per esempio, il numero di camere e la quantità di servizi accessori offerti).

Inoltre Technovation offre un servizio di riposizionamento strategico, che è un’analisi volta alla ridefinizione della posizione sul mercato dell’azienda. Nel settore del turismo e dell’agrifood Technovation offre piani dettagliati per implementare con successo la strategia proposta.

Individuazione di soluzioni Blockchain da usare come una leva strategica di sviluppo sia da imprese della PA che imprese private.
Questo tipo di tecnologia infatti può essere utilizzato da istituzioni, grandi imprese che devono gestire filiere con una serie di attori, imprese che devono gestire fornitori e subfornitori, banche, società di servizi, operatori nell’ambito del retail.

La nostra azienda si occupa di implementazione e sviluppo di app e di applicazioni web.
Ha una solida esperienza internazionale essendo coinvolta, quale partner tecnologico, in diversi progetti di livello europeo. Lo scopo è quello di creare soluzioni web o mobile allo scopo di ridurre le disuguaglianze e promuovere e raggiungere l’inclusione sociale soprattutto delle fasce più deboli e dei soggetti più a rischio come ad esempio i migranti.

Analisi del contesto per verificare come media tradizionali, social media e le ICT (Information and Communication Technologies) possono favorire l’empowerment e la partecipazione ai processi democratici e di sviluppo, fornendo soluzioni da implementare. Considerando l’ampia e rapida diffusione di internet in molti paesi in via di sviluppo, viene analizzato l’uso dei media nei PVS e a come le nuove tecnologie possano rappresentare sia un sostegno – ma anche un freno – ai processi di sviluppo locale. A causa dell’uso improprio e oppressivo dell’ICT da parte di un governo, di poteri forti locali o globali che agiscono sul locale, costituisca un freno per lo sviluppo locale.

E’ la valutazione e l’ottimizzazione del management cosi come dei risultati finanziari delle aziende clienti. I nostri esperti lavoreranno a stretto contatto con il management di ogni azienda cliente con l’obiettivo di raggiungere i miglioramenti necessari e compiere i cambiamenti necessari per ottenere un vantaggio competitivo.

Technovation aiuta le aziende ad iniziare la propria attività con uno staff adeguato. Questo garantisce la miglior possibile partenza del business. Le attività precedenti all’apertura includono: assunzione e training dello staff, marketing e setting up dei sistemi necessari.

Analisi e ricerca di strategie commerciali volte a massimizzare il benessere dell’ambiente e della collettività. Questo modello di business porta risultati straordinari sia per le imprese non-profit che per le imprese a scopo di lucro. Infatti compiere azioni socialmente utili può facilmente tradursi in un ottimo investimento in grado di portare un ritorno economico nel lungo periodo.

Studio volto alla realizzazione di una “mobile strategy”. Oggi giorno, il compito degli IT manager ha anche l’obiettivo di garantire l’accesso ai sistemi informativi aziendali ai lavoratori “mobili” cioè coloro che lavorano al di fuori dei confini aziendali. E’ necessario che ogni azienda abbia una appropriata struttura IT in grado di garantire sicurezza nella gestione delle informazioni e della distribuzione dei dati dei sistemi ma anche di garantire una efficiente convergenza mobile-fisso.

Ricerca e progettazione di un modello organizzativo volto alla ridefinizione dei confini d’impresa. I modelli proposti sono sempre più decentralizzati, basati su architetture aperte e sostenute da tecnologie avanzate ispirate ai social network che propongono metodologie di relazione nei confronti di tutti gli stakeholder, sia interni che esterni.

Studio dei principali attori organizzativi e delle principali risorse a loro disposizione attraverso l’erogazione di servizi di analisi dati e supporto al management. L’IT è uno strumento che le aziende utilizzano per ottenere un vantaggio competitivo rispetto ai loro competitors.

Studio di strutture che possano permettere alle imprese clienti di progredire nelle proprie competenze tecnologiche facendo ricorso ad idee esterne, cosi come quelle provenienti dai propri dipendenti, ed accedere con percorsi sia interni che esterni ai mercati. L’utilizzo di risorse esterne velocizza il processo innovativo, permettendo una riduzione del processo che intercorre dall’ideazione di un prodotto alla sua effettiva commercializzazione. Per il passaggio da un modello tradizionale a quello dell’open innovation è di fondamentale importanza l’aumento del numero di risorse esterne a cui le aziende possono attingere ed i soggetti volti alla cooperazione e collaborazione.

Individuazione delle criticità aziendali attraverso lo studio del processo primario e dei processi di supporto, l’individuazione di punti suscettibili al miglioramento e delle criticità. Analisi delle soluzioni e riprogettazione dei processi attraverso l’utilizzo di strumenti mirati. Questi interventi organizzativi possono essere stimolati da risultati di benchmarking, dalla ridefinizione degli obiettivi aziendali, da un’analisi di customer satisfaction o dall’opportunità di migliorare l’efficienza di un processo aziendale.

Trasformazione dei dati online in informazioni utili per capire quali prodotti vendere, i gusti dei clienti e le aree di business che cresceranno di più. Al momento, però, se ne è accorta meno di una grande azienda italiana su tre. Il data scientist, lo “scienziato dei dati” che analizza i flussi del Web, è il professionista di punta nel mercato degli analytics che permette di “creare conoscenza” e accedere alle fonti più idonee per migliorare l’amministrazione del territorio e le performance delle aziende pubbliche e private.
Comprensione dello stato di sviluppo e dei principali trend evolutivi di machine learning per capire come il machine learning può contribuire alla capacità competitiva delle imprese anche grazie all’inserimento di strumenti di machine learning nel portafoglio di applicazioni IC. Individuazione delle principali applicazioni di machine learning quali marketing, loyalty, cross-selling, fraud detection, anomaly detection, adtech, social analytics, reputation analysis, healthcare nella gestione delle imprese e della PA.
Predizione dei trend e delle tendenze che permette di migliorare le performance aziendali attraverso. Questo è uno dei principali vantaggi legati all’utilizzazione di big data che possono fornire intuizioni sui comportamenti d’acquisto tramite l’identificazione di trend e pattern. Procedure di big data analytics, ottimizzate in tempo reale, possono essere utilizzate anche per personalizzare la propria attività di marketing, migliorando ad esempio l’efficacia delle campagne pubblicitarie.